Lasciare tanto

Una notizia improvvisa, quella della morte di Costanza Algranti, veloce così come quando mi parlò di lei la stessa amica che mi ha scritto oggi per dirmi della sua scomparsa.
E pensieri altrettanto veloci e di getto, su consiglio di Giorgio che mi ha detto “scrivi un articolo su di lei”…
Che dire, la mia memoria è andata a un giorno a Milano di diversi anni fa, quando timidamente entrai in via Pepe a curiosare tra le sue meraviglie, a cavallo tra la speranza di conoscerla e quella di non trovarla affatto, intimorita un bel po’ dall’idea della sua presenza.
E invece eccola là che mi viene incontro appena entro, salutandomi e mettendomi subito a mio agio. Resta con me in quel mio viaggio tra il suo legno e i suoi metalli, io che le faccio domande e lei che risponde gentile. Una figura forte e delicata, mi è sembrata Costanza Algranti. E negli anni a venire sempre più successo, meritatissimo, con quel tocco grezzo a lavorare i materiali più poveri. Legni cartati all’osso fino a stondarli completamente, regge e chiodi in ferro rigorosamente a vista, dove davvero il dettaglio che a molti sembrerebbe da nascondere o sostituire, nelle sue mani diventa anima. Un tutt’uno di semplicità che arriva ad un’eleganza di livello altissimo.
Da quel giorno l’ho mantenuta sempre, anche se a sua insaputa, come mia maestra virtuale, seguendo un mio stile ma sempre in linea col suo pensiero e la sua filosofia. Mai aggiungere, ma mantenere quello che il materiale recuperato ci regala, non stravolgere le forme ma ricreare con quello che si trova, non modificare troppo i colori che l’”usura” crea naturalmente.
Una grande filosofia che ha portato avanti fino ad ora e che l’ha portata ad un enorme successo.
Ottimo lavoro Costanza, che hai dato vita alle tue visioni rendendole uniche e di enorme valore.
Ed è proprio così: morire lasciando questo bagaglio enorme di creazioni e di vita dietro di sé, è di per se un non morire.

il-riciclo-di-costanza-algranti-L-8CDgVQ
costanzaalgranti
AM_showroom_19
spazi-03
AM_14
04-CostanzaAlgranti
03-CostanzaAlgranti


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>